Arrivano i prof

Mai avrei immaginato che potessero esistere dei professori – o, per meglio dire, dei prof – così scalcinati come quelli previsti dal film di Ivan Silvestrini e cantati da Rocco Hunt nella relativa colonna sonora.

Ci dimentichiamo che anche i prof sono delle persone con i loro problemi, a cui se ne aggiunge uno non di poco conto. Ultimamente sembrano essere bersagliati da critiche. Sia da parte degli alunni, sia da parte dei genitori di questi ultimi, per i quali il proprio figlio è solo un incompreso.

Un prof sta svolgendo un lavoro, a volte scelto per  vocazione, altre volte come ripiego se non è riuscitoa trovare nulla di meglio da fare. I primi sono da rispettare, perché fanno il loro lavoro con passione, i secondi dovrebbero essere compatiti, perché non riescono a sfruttare al meglio la possibilità che è data loro (chi non vorrebbe un lavoro fisso?). In ogni caso, passano più tempo loro con un ragazzo che i membri della famiglia, spesso occupati in faccende lavorative e domestiche.

Dall’altro lato della cattedra ci sono gli alunni: persone che – dalla seconda media in avanti – affrontano un periodo delicato della vita come l’adolescenza, fatto di nuove esperienze, a volte anche illegali (penso al consumo di cannabis) negando a sé stessi il bisogno di una guida adulta, in nome della ricerca della libertà.

Qualsiasi psicologo vi dirà che – entro certi limiti- tutto ciò che vi ho raccontato rientra nella norma dell’età evolutiva. Credo, però, che non ci voglia uno psicologo nella maggior parte dei casi. Ci vogliono, invece, tre cose:

  • Ricordo della propria adolescenza
  • Voglia di comprendere il mondo che ci circonda
  • Desiderio di capire il proprio figlio

Il mondo che stanno affrontando i ragazzi è molto diverso da quello che abbiamo vissuto noi negli anni ottanta. Per capire i giovani, dobbiamo comprendere in che mondo vivono.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=