Notizie certificate per legge

Le notizie devono essere certificate per legge?
“Notizie certificate per legge”

Stando alla notizia data in queste ore da La Repubblica, la maggioranza di Governo vorrebbe promulgare una legge che autorizzi la pubblicazione di sole news certificate.

Di per sé, la legge non sarebbe male: le persone che leggessero solo notizie certificate avrebbero la garanzia che non si tratti di fake news. Pur non essendoci attualmente normative a riguardo, basterebbe affidarsi a quanto scrivono sui giornali e dicono in televisione giornalisti iscritti al relativo Ordine, alla faccia di chi sostiene che sia meglio informarsi tramite i social network.

Qualcuno potrebbe porsi la domanda

Che fine farebbero molti blog e siti?

La risposta è: dipende. Un blog come questo non dovrebbe correre rischi. non mi occupo strettamente di notizie ed ho sempre cercato di consultare più fonti che reputo affidabili. Diverso è il caso di chi scrive di complotti e similari: per loro la vita dovrebbe diventare più dura.

Molto dipende – inoltre – da come sarà scritta e interpretata la legge. Le normative sono scritte in modo molto più complicato rispetto a come sono commentate o divulgate alla gente comune. Non mi stupirei se – prima o poi – la Corte di Cassazione o la Corte Costituzionale siano chiamate ad una sentenza su questa nuova normativa: del resto, è già successo anche in passato su altri argomenti.

A prescindere da quanto deciderà lo Stato, abbiamo già uno strumento a cui affidarci: la nostra testa. Non dobbiamo prendere quanto leggiamo (soprattutto su internet)  in modo acritico, ma

  1. Confrontare le fonti
  2. Farci una nostra opinione personale

Il pensiero che dovrebbe guidarci nella scelta delle notizie affidabili potrebbe essere riassunto con la frase

Non voglio una sola prova che quanto mi dite sia corretto: ne voglio un milione!

Anche noi, però, dobbiamo essere disposti ad avere una mente aperta: impossibile farsi un’idea completa se leggiamo solo le notizie provenienti da un singolo schieramento. Forse non saremo d’accordo su quanto dirà qualcuno e ci incazzeremo pure, ma avremo tutti gli elementi per farci una nostra opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=