Ho provato. Ho fallito. Non importa…

Anche Samuel Beckett ha provato varie volte
Ho provato. Ho fallito. Non importa, riproverò. Fallirò meglio

A chi ha provato a fare qualunque cosa senza successo e si è arreso al primo tentativo suggerisco di ricordare a memoria la frase del Premio Nobel Samuel Beckett condivisa dalla pagina Facebook Libreriamo

Ho provato. Ho fallito. Non importa, riproverò. Fallirò meglio

Molte persone commettono un errore di valutazione: vedono solo il risultato finale di una qualunque cosa ignorando (nel vero senso della parola) i tentativi falliti per raggiungere un certo traguardo.

È un dato di fatto che nella vita bisogna sopportare fatica e frustrazione. Tuttavia, più sono grandi fatica e frustrazione più bello è raggiungere un determinato risultato. Se tutto fosse facile, non apprezzeremmo i risultati che abbiamo raggiunto.

Per chi ha frequentato l’Università, l’esempio più calzante che possa fare è legato all’esame più difficile che abbia affrontato: molti di noi hanno dovuto provare quell’esame più volte, come è capitato a me con il diritto. Dopo aver provato e fallito, si può provare un senso di impotenza per qualche minuto, salvo poi essere pervasi da una grinta che ci spinge a ritentare. Al successo segue un senso di liberazione impagabile.

L’alternativa sarebbe arrendersi, non importa dopo quanti tentativi. Quando si ha l’intenzione di gettare la spugna, personalmente mi affido ad un aforisma di Thomas Alva Edison

Non ho fallito. Ho solamente provato 10.000 metodi che non hanno funzionato.

Forse il paragone con un genio come Edison non è calzante, comunque il suo aforisma ci insegna che la vita è fatta anche di tentativi non riusciti.

Gli unici errori che una persona non deve mai fare sono due:

  1. Arrendersi
  2. Tentare sempre la stessa strada

In entrambi i casi, ci si preclude la possibilità di tentare in un nuovo modo e – quindi – di trovare la strada giusta. In questo senso, gli individui di mentalità aperta sono avvantaggiati.

Non dimentichiamoci di fare esercizio. I nostri punti deboli possono essere rafforzati solo affrontandoli con metodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=