Capovolgere le cose

capovolgere le cose
Mi piace chi ha il coraggio di capovolgere le cose perché non accetta ciò che tutti guardano senza avere il coraggio di porsi domande

Per comprendere l’immagine di oggi ho dovuto capovolgere il telefono: solo così ho potuto leggere che c’era scritto

Mi piace chi ha il coraggio di capovolgere le cose perché non accetta ciò che tutti guardano senza avere il coraggio di porsi domande

L’umanità si è potuta evolvere proprio grazie alle persone che hanno avuto il coraggio di capovolgere un punto di vista dubitando di  ciò che si pensava fino a quel momento.

L’esempio classico è la Apple. Dentro la mela di Cupertino ci sono persone che Steve Jobs assumeva grazie a domande originali. Andando indietro nel tempo, sono coloro che non hanno accettato lo staus quo delle cose e hanno fatto progredire l’umanità.

Non penso che siano solo le persone con un’indole più scientifica a ragionare così. Anche la letteratura ha avuto dei folli che sono riusciti ad imporre il loro punto di vista, capovolgendo quello che era il pensiero comune del loro tempo e mandando al diavolo i teorici.

Tutti possono allenarsi nell’avere questo approccio. Prima di tutto, occorre conoscere come le proprie tasche un determinato argomento. Può sembrare ovvio, ma questo passaggio è spesso dimenticato. Questo implica uno studio costante della materia e l’apertura mentale al confronto con gli altri.

Supponiamo, per esempio, che qualcuno pensi di aver scoperto qualcosa di nuovo a proposito di un qualsiasi argomento. Senza il confronto con un esperto in materia, potrebbe non sapere che quella che sembrava una scoperta era – in realtà – una cosa risaputa da tempo.

Solo facendo così ci si può porre la domanda che dà inizio a tutto

Perché non provare in questo modo?

Si potrebbe scoprire che dei tentativi sono stati fatti, ma senza successo. Successivamente, si può pensare di capovolgere il paradigma. Forse il metodo scientifico non è calzante a tutti i casi, ma gli esperimenti possono essere fatti in ogni caso. Gli innovatori hanno sempre combinato disastri prima di arrivare ad un risultato convincente. Per voi non deve essere diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=