Mi devo delle attenzioni

Quante attenzioni ti presti?
Mi devo delle attenzioni

A mio parere, Paola è una persona che si presta molte attenzioni: altrimenti non avrebbe pubblicato sul gruppo  Facebook Io ed il mio cazzo di carattere (e le mie stronzate) l’immagine di una donna che si abbraccia allo specchio con la didascalia

Mi devo delle attenzioni

La domanda potrebbe essere

Quali attenzioni deve una persona a sé stessa?

La risposta è sia facile, sia difficile:è il nostro corpo a stabilirle. Se ha fame, lo stomaco brontola, se ha sete, la gola diventa secca.

Detto così, sembrerebbe tutto facile. Oltre ai bisogni primari, però, esistono anche di altri tipi: Maslow li aveva ben  catalogati con la sua famosa piramide.

Non sono così sicuro che le attenzioni diverse dalle primarie siano altrettanto considerate. Ci lasciamo influenzare da agenti esterni, primi fra tutti

  • L’omologazione ad un certo status
  • La pubblicità

che ci portano a credere che ciò che vuole un determinato gruppo siano le attenzioni di cui abbiamo bisogno.

L’immagine a corredo dell’affermazione, però, svela la realtà: abbiamo bisogno di volerci bene. Non è certo adeguandosi agli stereotipi della società che si dimostra il proprio amore per sé.

Immaginiamo che la società voglia tutti vestiti nello stesso modo (del resto, non sono poi così distante dalla realtà): potremmo trovare questo abbigliamento scomodo o non di nostro gusto, per quanto alla moda.

Quello che stiamo facendo è accantonare ciò che sentiamo dentro per essere accettati dalle altre persone. Non sto dicendo che dobbiate andare in giro vestiti tutti con un sacco di iuta, ma dovete trovare qualcosa che vi faccia sentire bene con voi stessi, senza necessariamente omologarvi.

Potrei fare un  lungo elenco delle attenzioni che ci neghiamo in vita solo per essere accettati. Sono sicuro che sia la stessa cosa per voi.

Pertanto, stasera accantonate la voglia di essere accettati e prendetevi un po’ di tempo per concedervi le attenzioni che desiderate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=