Abbi cura dei tuoi ricordi…

Frase di Bob Dylan
Abbi cura dei tuoi ricordi, perchè non puoi viverli di nuovo

Dopo aver dedicato un’articolo a Dario Fo, aspettavo con ansia che su internet apparisse una frase del Premio Nobel per la letteratura 2016, ovvero Bob Dylan.

Tralasciando il fatto che l’immagine – che a me ricorda un quadro pop, come è giusto che sia ricordato un cantante – ritrae l’artista in epoca giovanile, la stessa frase sembra riferirsi al passato.

Abbi cura dei tuoi ricordi, perchè non puoi viverli di nuovo

Un’invito implicito a vivere il presente? Certamente…Ma anche un invito a non dimenticare il passato. I ricordi ci possono aiutare soprattutto nei momenti bui,  facendoci pensare che:

  • Ne abbiamo già passate tante
  • Ci sono stati anche episodi positivi
  • Ciò che allora ci sembrava importante, si è poi rivelato ininfluente

Un simile modo di pensare può aiutarci a vedere il futuro come positivo.

Chi ha la coscienza pulita, non ti evita: ti affronta

Frase di Totò
Nella vita quello che conta è la coscienza e chi la tiene pulita non ti evita…ti affronta.

Commettiamo tutti degli errori: l’importante è saperli riconoscere e perdonarsi.  Io, per esempio, questa sera avevo scelto la frase di cui parlerò senza sapere che è stata pronunciata da Totò.

Chi ha la coscienza pulita, non ti evita: ti affronta

Solo perdonandosi e perdonando si può avere la coscienza pulita. Ma quale beneficio può portare avere la coscienza pulita?

Anche se facciamo finta di nulla, molte preoccupazioni ci prendono di sorpresa oppure – in modo molto subdolo – si insinuano nella nostra mente disturbando il nostro umore.

Non è bello affrontare una giornata con un peso sulla coscienza in più, non trovate? Perchè mai dovremmo farlo, allora?

Il problema è presto detto: siamo troppo orgogliosi per ammettere di aver sbagliato e, quindi, per chiedere scusa.

 

 

 

 

Noi che abbiamo l'anima moriamo più spesso

Frase di Emily Dickinson
Noi che abbiamo l’anima moriamo più spesso

Una figura umana quasi abbozzata, in bianco e nero, mi ricorda l’immagine di un’anima, probabilmente di una persona che deve sopportare non solo le difficoltà della vita, ma anche il fatto che tante persone che frequenta non abbiano l’anima.

Non è solo  tristezza, ma qualcosa di più brutto e – forse – irrimediabile. Non a caso, la frase dice

Noi che abbiamo l’anima moriamo più spesso

Essere circondati da persone senza anima può portare alla morte? Non proprio:  credo che Emily Dickinson – autrice di questa frase – si riferisca più alla morte emotiva che alla morte fisica (e definitiva).

Certamente, in certi ambiti, dobbiamo fronteggiare la carenza di umanità: non credo che troviate molta voglia di chiacchierare nella cassiera che vi sta battendo l’ennesimo scontrino alla cassa del supermercato.

Ci si aspetta che amici e parenti si dedichino a noi anima e corpo. Purtroppo, le nostre aspettative possono essere deluse.

Sono solo esempi generici, ma possono far capire a tutti voi cosa significa avere un’anima e non riuscire a nutrirla.

Fluisci con i cambiamenti della vita. Non restare intrappolato in un tempo che non esiste più.

Frase di Swami Kriyananda
Fluisci con i cambiamenti della vita. Non restare intrappolato in un tempo che non esiste più.

Un dipinto di un rilassante scorcio lacustre fa da sfondo alla frase del maestro spirituale Swami Kriyananda

Fluisci con i cambiamenti della vita. Non restare intrappolato in un tempo che non esiste più.

L’immagine rimanda ad un momento di relax, durante il quale lasciamo che la mente vaghi ricordando il passato o immaginando un ipotetico futuro.

La vita è scandita da momenti che dividiamo grossolanamente in passato, presente e futuro. È una divisione sicuramente utile per gli studi storici, ma non per l’essere umano.

L’uomo deve vivere nel presente, non rimpiangere il passato o immaginare un ipotetico futuro. Sembra un’affermazione rischiosa, ma lasciate che vi faccia una domanda:

Quando è stata l’ultima volta in cui avete fatto dei progetti e tutto è andato assolutamente secondo i vostri piani?

Se riuscite a ricordarlo, tanto di cappello: avete una progettualità invidiabile. Tenete conto, però, che siete l’eccezione: nemmeno i ragionieri riescono a rispettare i buget annuali al centesimo…Figuriamoci se è possibile rispettare i progetti di una vita!

Quando ci si rende conto che il progetto di vita non è quello desiderato, occorre modificare le cose che possono essere cambiate: il resto verrà da sè.

Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia…

Frase di Paolo Borsellino
Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri

Oggi non riccorre nessun anniversario legato a Paolo Borsellino, ma non è necessario per ricordare una sua frase

Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri

Borsellino ci ricorda che è semplicistico dividere fra:

  • Buoni e cattivi
  • Guardie e ladri
  • Mafia e antimafia

Esiste anche una zona grigia in cui una persona non si schiera da una parte o dall’altra o – ancora peggio – in cui qualcuno fa il doppio gioco: a parole, si dimostra schierato da una parte, nei fatti parteggia per l’altra, più o meno platealmente. In un contesto giudiziario, si parlerebbe di fiancheggiatori.

Se fosse un atteggiamento limitato a pochi ambiti, sarebbe relativamente semplice isolare chi ha questo comportamento.

Purtroppo, ognuno di noi avrà fra le sue conoscenze almeno una persona che ci frequenta per proprio tornaconto personale o che si comporta da amico in nostra presenza per poi danneggiarci alle spalle.

Fortunatamente, abbiamo a disposizione due armi: il tempo e la verità. Se ci pensate,  in italiano esiste un modo di dire molto bello

Con il tempo, la verità verrà fuori

che unisce queste due parole.

A noi è richiesto solo avere pazienza: a volte, non è facile, ma non dubitate…Se avete ragione, potete dormire sonni tranquilli.

Possano le tue scelte riflettere i tuoi sogni, non le tue paure

Frase di Nelson Mandela
Possano le tue scelte riflettere i tuoi sogni, non le tue paure

Stasera ho dovuto modificare leggermente l’immagine trovata su Facebook: è stata usata come pubblicità per uno studio di psicologia.

Un cielo plumbeo in mezzo al mare incorniciano la frase di Nelson Mandela

Possano le tue scelte riflettere i tuoi sogni, non le tue paure

Il fatto che queste parole siano scritte in bianco su uno sfondo azzurro aumenta il messaggio di speranza che la frase vuole trasmettere. Putroppo, come direbbe la mia amica Francesca, le nostre scelte non dipendono dal caso, dipendono da noi.

Forse non ci sentiamo totalmente liberi nelle scelte. A volte dobbiamo fronteggiare eventi in cui abbiamo poche opzioni, altre volte non abbiamo considerato tutte le possibilità. Se,però, ci facciamo condizionare dalla paura, le nostre scelte saranno guidate dalla voglia di farci passare questo stato emotivo poco piacevole, quindi prenderemo in considerazione la prima cosa che ci viene in mente. Anche l’indecisione può avere un effetto simile.

Ci sono molti modi per risolvere il problema:

  • Prendere tempo per decidere
  • Chiedere consigli
  • Cercare di distrarsi un po’

Lo so: detto a parole sembra semplice, nei fatti non lo è per nulla. L’alternativa, però, è altrettanto spiacevole: rimanere bloccati.

Taxnomìa Cerebral

 

Immagine dalla pagina Facebook "Informazione Libera"
Taxonomìa Cerebral

Al mondo esistono più di sette miliardi di persone, ognuna diversa dalle altre. La e la razionalità, però, ci portano a classificare tutto.

L’immagine di oggi ben rappresenta questa mania di classificazione, tanto da essere stata chiamata

Taxonomia Cerebral

Secondo questa vignetta, al mondo esistono nove categorie di cervelli, quindi nove tipologie di persone

  1. Il cervello razionale
  2. Il cervello incompreso
  3. Il cervello giocatore
  4. Il cervello bambino
  5. Il cervello distratto
  6. Il cervello politico
  7. Il cervello ermetico
  8. Il cervello introspettivo
  9. Il cervello bipolare

Come se avessimo una ed una sola caratteristica che emerge di noi stessi!

Certamente ci sono aspetti del carattere di ognuno predominanti sugli altri….Ma una persona è molto più complessa di quanto non possa essere visto o percepito a prima vista.

Quante volte, conoscendo una persona, l’abbiamo subito giudicata in un certo modo? Quante volte abbiamo dovuto rivedere la nostra opinione dopo aver frequentato quella stessa persona per un po’ di tempo?

Ad essere sincero, trovo questa vignetta anche piuttosto riduttiva sotto un secondo aspetto. Anche ammettendo che abbiamo una sola caratteristica predominante sulle altre..Possibile che al mondo esistano solo nove tipi di cervelli, quindi nove modi per vedere le cose?

Secondo me, no. Ricordo sempre con piacere la frase di un mio professore universitario

Siamo unici e diversi

Statistica alla mano, quindi, al mondo esistono oltre sette miliardi di modi per giudicare la stessa cosa…uno diverso per ogni persona!

Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere

Frase di Dario Fo
Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere.

Non appena questa mattina ho appreso della morte di Dario Fo ho avuto l’istinto di cercare una sua frase.

Non ho avuto che l’imbarazzo della scelta:  ho optato per un aforisma trovato su Facebook che ben riflette l’animo del giullare Premio Nobel poco incline a sottostare al potere costituito

Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto#se del potere. Di ogni potere.

Non so quando Dario Fo abbia pronunciato queste parole, ma le trovo adatte per ampliare il mio articolo del 4 settembre scorso.

Molti considerano la satira  in modo negativo

  • Frivola
  • Inutile
  • Stupida

Senza considerare che ogni battuta è studiata a tavolino: deve far ridere e pensare allo stesso tempo.

Usando la risata e l’immediatezza, la satira è capace di far venire più di un dubbio, con lo scopo di far pensare allo spettatore

Forse non è esattamente come l’ho ascoltata alla televisione: devo informarmi di più!

Purtroppo, intontiti dalle televisioni e presi dalle faccende di tutti i giorni, raramente lo facciamo. Credo sia giunto il momento di aprire un po’ di più la mente, per tutti noi.

La vita è una questione di equilibrio..

Frase di Buddha
La vita è una questione di equilibrio. Sii gentile, ma non lasciarti sfruttare. Fidati, ma non farti ingannare. Accontentati, ma non smettere mai di migliorarti.

Ho parlato spesso di vita nei miei post, ma non ne ho mai dato una definizione convincente.

Il fatto che nemmeno Buddha sia riuscito – in un certo senso – a definire la vita, mi rasserena.

La vita è una questione di equilibrio. Sii gentile, ma non lasciarti sfruttare. Fidati, ma non farti ingannare. Accontentati, ma non smettere mai di migliorarti.

Buddha ci consiglia come avere una vita serena, non la definisce. Semplificando all’estremo, dovremmo prestare attenzione alla nostra vita tanto quanto ne dovremmo prestare al nostro fisico.

Se ci pensate, il paragone è abbastanza calzante:

  • La medicina ci aiuta a prevenire e curare le malattie
  • Il movimento ci aiuta a rafforzare il fisico
  • La religione e la filosofia ci aiutano a curare e rafforzare l’anima

Nessuno – però – ci guida nella ricerca di una vita equilibrata. La domanda resta in sospeso: come si fa a trovare il giusto equilibrio? Non esistono ricette!

Credo che l’ingrediente principale sia il tempo. L’uomo ha sempre cercato di manipolare il tempo a proprio piacimento:

  • Cerca di prolungare l’esistenza dei propri simili sulla terra
  • Cerca di misurare in modo sempre più preciso lo scorrere dei secondi
  • Cerca di modificare lo scorrere del tempo tramite l’ora legale

L’unica cosa che non ha mai provato a fare è anche l’unica che dovrebbe fare: impiegare bene il proprio tempo.

 

 

Se non riesci ad "adattarti" in questo mondo, probabilmente stai facendo le cose giuste

Se non riesci ad "adattarti" in questo mondo, probabilmente stai facendo le cose giuste
Se non riesci ad “adattarti” in questo mondo, probabilmente stai facendo le cose giuste

Ognuno di noi rappresenta una minuscola frazione di tutta l’umanità: impossibile che il mondo come lo conosciamo vada bene per tutti. 

Possiamo percorrere tre strade:

  1. Fingere che vada bene così
  2. Protestare a parole ma – in fin dei conti – adattarsi
  3. Dire ciò che non ci sta bene

La frase di stasera consiglia apertamente la terza via

Se non riesci ad “adattarti” in questo mondo, probabilmente stai facendo le cose giuste

suggerendo un modo di vivere anticonformista. Sinceramente, non sono completamente d’accordo su questo punto.

Tutti gli eventi storici che hanno cambiato il mondo sono spesso stati scatenati da una singola persona, ma questa persona ha trovato degli alleati, condividendo le proprie idee. Se non l’avessero fatto, probabilmente sarebbero passati per pazzi, criminali…o entrambe le cose.

Se penso a qualsiasi evento storico importante, mi viene in mente la figura di un leader che ha saputo convincere delle proprie idee e coinvolgere nella rivoluzione tutti gli altri, che potremmo definire la massa.

L’alternativa – non molto piacevole – è una diagnosi di sindrome da adattamento.

A voi la scelta, signori…