Tanto coraggio da spaventare la paura

Nadia Toffa è riuscita a spaventare la paura
Bisogna coltivare tanto coraggio, così tanto da spaventare la paura

La pagina Spettacolo Fanpage ha Nadia Toffa  per non essersi fatta spaventare dalla malattia dalla pagina Facebook Spettacolo Fanpage con la sua frase

Bisogna coltivare tanto coraggio, così tanto da spaventare la paura

Leggi tutto “Tanto coraggio da spaventare la paura”

La più coraggiosa decisione…

essere di buonumore è una coraggiosa decisione
La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è quella di essere di buonumore

Alzarsi dal letto la mattina, per me, è una decisione coraggiosa. Tuttavia, quella più difficile da prendere è proposta dalla frase condivisa dalla pagina Facebook Caffeina

La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è quella di essere di buonumore

Leggi tutto “La più coraggiosa decisione…”

La Milano che non conosci

Da qualche tempo, il milanese imbruttito sta caricando sul proprio profilo Youtube una serie di video intitolata La Milano che non conosci.

Leggi tutto “La Milano che non conosci”

Il coraggio delle persone comuni cambierà la storia

Le persone comuni possono cambiare
È il coraggio delle persone comuni che cambierà la storia

Questa mattina mi è balzata all’occhio questa fotografia che ritrae – tra le altre cose – uno striscione con la frase

È il coraggio delle persone comuni che cambierà la storia

Leggi tutto “Il coraggio delle persone comuni cambierà la storia”

Se ne vale la pena, si trova sempre tutto. Tempo, coraggio, scusa e motivo

ValerePenaTrovareTutto
Se ne vale la pena, si trova sempre tutto. Tempo, coraggio, scusa e motivo

Sono trascorsi solo tre giorni da quando ho pubblicato un articolo su un’immagine della pagina Facebook Vabbè: forse è un po’ presto per parlarne ancora, ma gli amministratori di quella pagina sono molto prolifici.

Il campo neutro lascia spazio alla frase

Se ne vale la pena, si trova sempre tutto. Tempo, coraggio, scusa e motivo

Non sempre è facile individuare ciò per cui vale veramente la pena vivere: abituati così come siamo al nostro tranquillo ménage quotidiano fatichiamo a vedere delle alternative a ciò che abbiamo fissato in testa o sulla nostra agenda.

Siamo sicuri di una cosa: sappiamo che esiste un modo diverso di vivere la giornata, ma non sappiamo quale sia. Forse è la paura che ci blocca, ma non ce ne rendiamo conto.

Non credo che fissarsi sulla decisione di fare qualcosa di diverso sia producente: trovo più opportuno lasciare fare al caso, alla fatalità, al destino, all’inconscio…a quella cosa che (in qualunque modo vogliate chiamarlo) vi farà fare la scelta giusta.

Noi dobbiamo fare solo due cose:

  1. Prenderci il tempo di ascoltarci
  2. Essere aperti al cambiamento

Il secondo punto è la chiave del cambiamento che tanti cercano, ma che pochi trovano, a causa della loro chiusura mentale.

La mia psicanalista sosterrebbe che faccio parte dei tanti, ma credetemi che sto cercando di entrare nell’èlite dei pochi.

 

 

Ci vuole coraggio a restare, ad andarsene sono bravi tutti

Ci vuole coraggio a restare, ad andarsene sono bravi tutti
Ci vuole coraggio a restare, ad andarsene sono bravi tutti

Questa settimana ho tentato un cosiddetto drop-out in psicanalisi: ho tentato di interrompere le sedute contro il parere della mia terapeuta. Ho resistito 48 ore, poi sono tornato sui miei passi.

L’influenza che hanno tentato varie persone ha avuto il suo peso. Ironicamente, erano persone che

  • Mi conoscono poco
  • Non hanno mai avuto il coraggio di sdraiarsi sul lettino
  • Ne avrebbero bisogno, forse più di me

Pertanto, come dico sempre in questi casi….non possono capire o non vogliono capire.

La verità è contenuta nella frase di stasera

Ci vuole coraggio a restare, ad andarsene sono bravi tutti

Nella vita è giusto tentare altre strade solo quando si è sicuri che non c’è più nulla da fare.

Sinceramente, ho avuto anche io questa sicurezza…per 48 ore, appunto.

Lettino a parte, la fuga da qualcosa che ci spaventa o non comprendiamo è  comunque un istinto, giusto seguirlo, vero?

Niente di più sbagliato: bisogni fisiologici  a parte, possiamo resistere all’istinto in molte situazioni…e  – magari – vedere come va finire!

 

 

Resize text-+=