La cattiveria fa male, non il cioccolato

la cattiveria fa più male del cioccolato
La cattiveria fa male, non il cioccolato

La giornata mondiale del cioccolato cade in piena estate…forse perché è stata creata da qualcuno che vive nell’emisfero australe, quando là è inverno.

Continua a leggere La cattiveria fa male, non il cioccolato

Si può star qui per svago, per condividere….

La persona su twitter cerca svago
Si può star qui per svago, per condividere con degli amici, o per averne di nuovi, per leggere cose che ti informano, per leggere cose che ti emozionano, per attutire la noia, per confrontarsi.
Ma no, non siamo tutti uguali.
No, non siamo tutti in cerca.

Sabato 4 luglio avrebbe dovuto essere una giornata di svago, ma Oltreme è stata – invece – molto riflessiva con la frase postata su Twitter

Si può star qui per svago, per condividere con degli amici, o per averne di nuovi, per leggere cose che ti informano, per leggere cose che ti emozionano, per attutire la noia, per confrontarsi.
Ma no, non siamo tutti uguali.
No, non siamo tutti in cerca.

Le persone hanno sicuramente i loro motivi per stare sui social network e su internet in generale. Tuttavia, Oltreme ha ragione: a volte, non si capisce il motivo per cui una persona navighi su internet in generale e sui social network in particolare. Tanta gente naviga, guarda e se ne va, senza interagire: a volte, danno l’impressione di aver trovato come svago quello di voler spiare il prossimo.

Se fosse così, sarebbe uno svago solitario, come i tanti giochi di carte che si fanno al computer attendendo l’ora di andare a letto. Capisco il timore per la propria privacy ma, se non si ha niente da nascondere, non vedo perché non si debba parlare con il prossimo, anche se mediati da uno schermo.

Più che parlare, sembra che tanta gente che non ha una vita propria si diverta a spiare e criticare il modo di agire altrui. Facile farlo coperti da uno schermo, oppure prendendosela con ansiosi, sofferenti di bassa autostima, ecc.

Queste persone dovrebbero guardarsi dentro, ma sono spaventate dal vuoto (probabilmente esistenziale) che vedrebbero. Non è certo uno svago, ma una sana e robusta autocritica che, forse, spaventa più di essere mandati al diavolo da chi  si sente spiato.

 

Tornerà il piumone e sarà bellissimo

quando tornerà il piumone
Tornerà il piumone e sarà bellissimo

L’estate è cominciata da meno di tre settimane, ma qualcuno sta già pensando a quando tornerà l’inverno, come si può capire dalla frase condivisa ieri dalla pagina Facebook La repubblica del cazzeggio

Tornerà il piumone e sarà bellissimo

Continua a leggere Tornerà il piumone e sarà bellissimo

È bellissimo avere qualcuno…

Avere qualcosa di bellissimo
È bellissimo avere qualcuno che quando ti chiede “come stai?” e gli rispondi “bene”, ti guarda e ti dice “dimmi cos’hai..

Augusto Daolio, compianto leader e cantante dei Nomadi, aveva l’abitudine di terminare ogni concerto con la frase

È stato bellissimo

Dopo ore ed ore davanti al pubblico. Io preferisco un momento come quello descritto dalla frase proposta dalla pagina Facebook L’angelo del cuore

È bellissimo avere qualcuno che quando ti chiede “come stai?” e gli rispondi “bene”, ti guarda e ti dice “dimmi cos’hai..

Continua a leggere È bellissimo avere qualcuno…

Perdersi sulla strada di un viaggio impossibile

il concetto di perdersi in "appunti di un venditore di donne"
A volte è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai

Nel libro Appunti di un venditore di donne, Giorgio Faletti scrisse la frase

A volte è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai

Continua a leggere Perdersi sulla strada di un viaggio impossibile

Gruppettari: monotematici, volgari, banali

Tweet sui gruppettari di sara
Monotematici, volgari, banali: i gruppettari

Con il neologismo gruppettari usato nel Tweet

Monotematici, banali, volgari, dispensatori di cattiveria gratuita,
Fanno specchio sugli altri delle loro problematiche psicologiche.
Mietono vittime, per il semplice gusto di prendere in giro, di fare del male, di infamare e poi riderci sopra nelle loro chat.
I gruppettari.

Sara definisce una categoria ben precisa categoria di persone che sembrerebbe solo popolare internet e WhatsApp.

Continua a leggere Gruppettari: monotematici, volgari, banali

Chi osserva e tace ne sa più di chi

Meglio chi osserva e tace
Chi osserva e tace ne sa più di chi pensa a ciò che deve dire

Come avrete capito leggendo questo blog, sono una persona che osserva, parla poco…e scrive molto. Ho fatto mia la frase condivisa oggi da Il conte senza terra

Chi osserva e tace ne sa più di chi pensa a ciò che deve dire

Continua a leggere Chi osserva e tace ne sa più di chi

I miei tweet hanno una sottile morale

La sottile morale della maggior parte dei Tweet
La maggior parte dei miei Tweet hanno una sottile morale se letti con la testa grande e non con quella piccola

Oggi Ginestra ha postato il tweet 

La maggior parte dei miei Tweet hanno una sottile morale se letti con la testa grande e non quella piccola.

Continua a leggere I miei tweet hanno una sottile morale

Vivete liberi – pagina Facebook Vabbé

Come vivete ?
Frequentatevi con una persona che vi dice “divertiti, fai attenzione e chiama se hai bisogno di qualcosa… vivete liberi

Non ho mai chiesto come vivete nella vita di tutti i giorni: le possibilità sono pressoché infinite. Spero, tuttavia, che siate nelle condizioni consigliate dalla Pagina Facebook Vabbé con la frase

Frequentatevi con una persona che vi dice “divertiti, fai attenzione e chiama se hai bisogno di qualcosa… vivete liberi

Continua a leggere Vivete liberi – pagina Facebook Vabbé

La violenza…non torna indietro

frase sulla violenza di Dacia Maraini
La violenza una volta innestata in un cuore impaurito e debole, non torna indietro

 

Come ci ha ricordato Il Corriere della sera su Twitter, una volta Dacia Maraini scrisse la frase

La violenza una volta innestata in un cuore impaurito e debole, non torna indietro

Continua a leggere La violenza…non torna indietro