Come rivalutare l’educazione scolastica

In questo periodo di coronavirus, chi ha dei figli un po’ scapestrati come il famoso Paolino dei video proposti da Educazione Cinica si ritroverà nella situazione proposta. Dover gestire la prole e rivalutare l’educazione scolastica, mentre la maestra fa la bella vita non è allegro, se vissuto sulla  propria pelle. Non me ne vogliano gli insegnanti, faccio solo riferimento al video proposto.

Continua a leggere Come rivalutare l’educazione scolastica

Referenze – Smetto quando voglio ad honorem

Avere delle ottime referenze, a volte, non è sufficiente per trovare lavoro. Lo sanno bene i protagonisti della trilogia cinematografica Smetto quando voglio, costretti dalle circostanze a realizzare e spacciare smart drugs per sbarcare il lunario.

Continua a leggere Referenze – Smetto quando voglio ad honorem

Per appassionati di gatti – Benvenuto Ottobre

Buon ottobre agli appassionati di gatti
Benvenuto ottobre – Appassionati di gatti

Augurare buon inizio mese è diventata ormai una prassi, perciò non mi ha sorpreso che gli amministratori della pagina Facebook appassionati di gatti  abbiano scelto la foto di un micio che gioca con le foglie autunnali a corredo della frase

Benvenuto ottobre

Continua a leggere Per appassionati di gatti – Benvenuto Ottobre

Come è andata a scuola oggi?

Come è andata a scuola oggi?
Sta per iniziare la stagione del: “Come è andata a scuola oggi?” “Bene!” “Cosa avete fatto?” “Niente”

La pagina Gufetto Stronzetto oggi ci ricorda con  la frase

Sta per iniziare la stagione del: “Come è andata a scuola oggi?” “Bene!” “Cosa avete fatto?” “Niente”

che sta per ricominciare la scuola.

Continua a leggere Come è andata a scuola oggi?

Lettera di un dirigente scolastico a tutti i genitori degli alunni

La lettera del dirigente scolastico ai genitori degli alunni
Lettera di un dirigente scolastico a tutti i genitori dei propri alunni

 

Sarebbe troppo lungo riportare tutta la lettera che un dirigente scolastico ha scritto ai genitori dei propri alunni, che la mia amica Lucia ha trovato sulla pagina Facebook ACBS – Associazione contro il bullismo scolastico. A questo link trovate il testo completo.

Continua a leggere Lettera di un dirigente scolastico a tutti i genitori degli alunni

Banksy colpisce ancora sul muro di un garage

<iframe class=”rep-video-embed” src=”https://video.repubblica.it/embed/spettacoli-e-cultura/gb-banksy-colpisce-ancora-sul-muro-di-un-garage-la-prospettiva-nasconde-un-segreto/322914/323536&width=320&height=180″ width=”320″ height=”180″ frameborder=”0″ scrolling=”no”></iframe>

Ciò che mi colpisce sempre di Banksy è la sua capacità di sbatterci in faccia la sua visione della vita restando nell’anonimato.

Continua a leggere Banksy colpisce ancora sul muro di un garage

Io e la batteria del mio cellulare

Ti senti esaurito come una batteria ??
Io e la batteria del mio cellulare ce la giochiamo a chi è più esaurito!

Il week-end ed il fatto di aver passato un giorno piacevole mi fa venire voglia di scherzare proponendovi la frase

Io e la batteria del mio cellulare ce la giochiamo a chi è più esaurito!

Chiunque abbia un po’ di sana autoironia ammetterà di sentirsi esaurito come una batteria, almeno di tanto in tanto. I più seri potrebbero prenderla in modo diverso:

  • Contrariarsi
  • Arrabbiarsi
  • Autocommiserarsi

Posso proporvi di vedere la cosa da un’altra prospettiva, per esempio cercando di vedere il lato ironico o comico di una questione? Ovviamente, ciò non è sempre possibile, ma in molte altre occasioni possiamo almeno provarci.

In genere, si è portati a lavorare seriamente, tenendo un certo distacco: forse sarebbe il caso di riuscire a distendere i nervi almeno a pranzo e durante le pause-caffè. Purtroppo, molti portano i loro problemi con loro anche in quei momenti.

Cosa dire, poi, degli hobby? Rischiamo di stressarci senza motivo se ci dimentichiamo del loro lato ludico, che è poi ciò che occorre per rilassarci. Capisco bene che – se stiamo seguendo un corso, per esempio – vogliamo che il nostro tempo ed il nostro denaro siano ben spesi. Tuttavia, seguiamo un qualsiasi corso anche – e soprattutto – per ricaricare la batteria.

Nella giusta accezione, è bello ogni tanto essere esauriti: significa perdere quel po’ di controllo, facendo una sana pazzia di tanto in tanto. Per questo vi propongo di spegnere la televisione almeno per una settimana (vi concedo – invece – la radio). Dopo un paio di giorni di noia assoluta, dovrebbe almeno venirvi voglia di fare qualcosa di diverso dal solito, per contrastare l’esaurimento nervoso di non avere nulla da fare la sera.  Forse, tempo dopo, preferirete fare quella nuova attività anziché fare zapping sul divano.