Le etichette peggiori sono quelle che…

Quali sono le etichette peggiori?
Le etichette peggiori sono quelle che ci mettiamo da soli

Negli stessi giorni in cui stavo armeggiando con le etichette di miei bagagli, Marghe ha postato il tweet

Le etichette peggiori sono quelle che ci mettiamo da soli

Continua a leggere Le etichette peggiori sono quelle che…

Ma qualcuno ancora di onesto, leale, perbene…

Chi di voi si reputa onesto e leale?
Ma qualcuno ancora di onesto, leale, perbene è rimasto o fanno tutti schifo indistintamente?

Ad essere onesto, mi spiace non aver scritto il blog in questi ultimi giorni. Non so perché non abbia scritto ma, di sicuro, continuava a rimbombarmi in testa il tweet della Signora Cuccurullo

Ma qualcuno ancora di onesto, leale, perbene è rimasto o fanno tutti schifo indistintamente?

Continua a leggere Ma qualcuno ancora di onesto, leale, perbene…

Cosa induce a mostrare il proprio corpo

La domanda sul corpo polverebionda
Secondo voi cosa induce a mostrare il proprio corpo a degli sconosciuti su un social?

Spero che Oltre me non se la prenda se cito per l’ennesima volta un suo Tweet. Questa volta ha posto la domanda

Secondo voi cosa induce a mostrare il proprio corpo a degli sconosciuti su un social?

Continua a leggere Cosa induce a mostrare il proprio corpo

Si può star qui per svago, per condividere….

La persona su twitter cerca svago
Si può star qui per svago, per condividere con degli amici, o per averne di nuovi, per leggere cose che ti informano, per leggere cose che ti emozionano, per attutire la noia, per confrontarsi.
Ma no, non siamo tutti uguali.
No, non siamo tutti in cerca.

Sabato 4 luglio avrebbe dovuto essere una giornata di svago, ma Oltreme è stata – invece – molto riflessiva con la frase postata su Twitter

Si può star qui per svago, per condividere con degli amici, o per averne di nuovi, per leggere cose che ti informano, per leggere cose che ti emozionano, per attutire la noia, per confrontarsi.
Ma no, non siamo tutti uguali.
No, non siamo tutti in cerca.

Le persone hanno sicuramente i loro motivi per stare sui social network e su internet in generale. Tuttavia, Oltreme ha ragione: a volte, non si capisce il motivo per cui una persona navighi su internet in generale e sui social network in particolare. Tanta gente naviga, guarda e se ne va, senza interagire: a volte, danno l’impressione di aver trovato come svago quello di voler spiare il prossimo.

Se fosse così, sarebbe uno svago solitario, come i tanti giochi di carte che si fanno al computer attendendo l’ora di andare a letto. Capisco il timore per la propria privacy ma, se non si ha niente da nascondere, non vedo perché non si debba parlare con il prossimo, anche se mediati da uno schermo.

Più che parlare, sembra che tanta gente che non ha una vita propria si diverta a spiare e criticare il modo di agire altrui. Facile farlo coperti da uno schermo, oppure prendendosela con ansiosi, sofferenti di bassa autostima, ecc.

Queste persone dovrebbero guardarsi dentro, ma sono spaventate dal vuoto (probabilmente esistenziale) che vedrebbero. Non è certo uno svago, ma una sana e robusta autocritica che, forse, spaventa più di essere mandati al diavolo da chi  si sente spiato.

 

Gruppettari: monotematici, volgari, banali

Tweet sui gruppettari di sara
Monotematici, volgari, banali: i gruppettari

Con il neologismo gruppettari usato nel Tweet

Monotematici, banali, volgari, dispensatori di cattiveria gratuita,
Fanno specchio sugli altri delle loro problematiche psicologiche.
Mietono vittime, per il semplice gusto di prendere in giro, di fare del male, di infamare e poi riderci sopra nelle loro chat.
I gruppettari.

Sara definisce una categoria ben precisa categoria di persone che sembrerebbe solo popolare internet e WhatsApp.

Continua a leggere Gruppettari: monotematici, volgari, banali

I miei tweet hanno una sottile morale

La sottile morale della maggior parte dei Tweet
La maggior parte dei miei Tweet hanno una sottile morale se letti con la testa grande e non con quella piccola

Oggi Ginestra ha postato il tweet 

La maggior parte dei miei Tweet hanno una sottile morale se letti con la testa grande e non quella piccola.

Continua a leggere I miei tweet hanno una sottile morale

I giapponesi dichiarano il loro amore

tweet sugli studenti giapponesi
Gli studenti giapponesi dichiarano il loro amore ad un’altra persona donandole il secondo bottone della divisa, quello più vicino al cuore.

Non conosco personalmente giapponesi, perciò mi fido di del mio omonimo Matteo che su Twitter ha svelato una piccola peculiarità di questa cultura

Gli studenti giapponesi dichiarano il loro amore ad un’altra persona donandole il secondo bottone della divisa, quello più vicino al cuore.

Continua a leggere I giapponesi dichiarano il loro amore

In poche settimane, il mondo è cambiato

il mondo è cambiato in poche settimane
In poche settimane, il mondo è cambiato: dal retail alla scuola, dobbiamo pensare in modo completamente nuovo. 

In queste settimane, sto scrivendo poco. Strano a dirsi, è un tweet pubblicitario di IBM  a spiegare il motivo

In poche settimane, il mondo è cambiato: dal retail alla scuola, dobbiamo pensare in modo completamente nuovo.

Continua a leggere In poche settimane, il mondo è cambiato

Non è la movida e lo sappiamo benissimo

Colpa della movida se non riusciamo ad uscire dal coronavirus?
Non è la movida e lo sappiamo benissimo. È il comportamento scorretto, indipendentemente dal luogo. È aver deciso di testa nostra che la mascherina qui si, qui no, qui forse, qui fa figo, qui mi sfottono, qui poi me la metto, qui ma “lui” non ce l’ha. È che siamo i soliti.

In questi giorni il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha incolpato la movida cittadina di causare assembramenti

Tiziana, in un tweet, ha riassunto bene la situazione

Non è la movida e lo sappiamo benissimo. È il comportamento scorretto, indipendentemente dal luogo.
È aver deciso di testa nostra che la mascherina qui si, qui no, qui forse, qui fa figo, qui mi sfottono, qui poi me la metto, qui ma “lui” non ce l’ha.
È che siamo i soliti.

Continua a leggere Non è la movida e lo sappiamo benissimo

Alchimie che neanche il tempo può scalfire

I rapporti umani sono alchimie
Esistono alchimie che neanche il tempo può scalfire

Un paio di giorni fa all’ora di cena, MaryAlyce ha postato sul suo profilo Twitter la frase

Esistono alchimie che neanche il tempo può scalfire

Continua a leggere Alchimie che neanche il tempo può scalfire