La ragione – The reason

 

Non ho ancora capito la ragione per cui gli Hoobastank hanno deciso di raccontare la storia di una rapina nel video di The reason. Chi lo sapesse è pregato di commentare qui sotto, grazie.

Continua a leggere La ragione – The reason

Che cosa succede? – What’s Up?

A volte succede che mi ritrovi molto in frasi che trovo nelle canzoni. Per esempio, mi ritrovo molto nella domanda che si fanno le 4 Non Blondes nella loro canzone più famosa

Che cosa succede?

Questa domanda ce la siamo fatta tutti molto spesso: succede quando abbiamo fatto un percorso, siamo arrivati ad un certo punto, potremmo essere felici, ma siamo insoddisfatti.

Non voglio essere completamente negativo: potrebbe trattarsi solo di stanchezza, come nel mio caso, e potrebbe bastare una piccola vacanza per poi riprendere con la carica giusta. Se, però, succede che il periodo di riposo non porta gli effetti sperati, allora potrebbe significare che c’è anche altro.

Il motivo è facilmente individuabile: la vita che conduciamo. Basta un piccolo quaderno o un agenda per segnare come passiamo la maggior parte delle giornate. In estrema sintesi:

  • Trascorriamo otto ore al lavoro
  • Ci districhiamo tra faccende domestiche e attività per trascorrere il tempo libero
  • Ci riposiamo – o crediamo di farlo – la sera davanti alla televisione o in un qualche locale
  • Ad una certa ora, crolliamo esausti

In fin dei conti, succede che dedichiamo pochissimo tempo ad una qualsiasi attività personale: qualcosa che – oltre a farci passare qualche ora piacevole – possa farci crescere in qualche modo.

Vorrei farvi una domanda

Quando è stata l’ultima volta che vi siete impegnati spontaneamente ad imparare qualcosa di nuovo?

La parola spontaneamente è molto importante, in questo senso: significa averlo fatto senza essere stati obbligati da qualcuno, come quando eravate a scuola, e seguendo la vostra passione o quella che sentite tale.

Se avete perso la passione, non disperate: a volte succede perché anestetizziamo il cervello la sera davanti alla televisione…Ma basta tirare fuori quel vecchio manuale che avete solo sfogliato per riprendere la passione e, forse, scoprire cose nuove.

Da qui a conoscere nuove persone che abbiano la vostra stessa passione il passo è più breve di quanto si pensi. Quindi, se posso darvi un consiglio, stasera spegnete la televisione e – se proprio non volete leggere – guardate un tutorial su internet.

 

 

Spie al ristorante con Charles Stiles

Le spie, in genere, dovrebbero essere degli agenti segreti in servizio per una nazione; al massimo, dovrebbe essere l’attore di turno impegnato nell’ennesimo episodio di James Bond o un film simile.

Continua a leggere Spie al ristorante con Charles Stiles

Il tempo delle cattedrali

Non ho idea di quante cattedrali esistano al mondo. Di certo, Notre Dame é una delle prime che ci vengono in mente pronunciando questa parola. Anche per noi italiani, che – almeno in teoria – dovremmo pensare a San Giovanni in Laterano.

Continua a leggere Il tempo delle cattedrali

Versione dei Pentatonix di Bohemian Rapsody

Non è la prima volta che parlo di una nuova versione di una canzone (sia essa il rifacimento dell’artista originale, sia essa una cover, come nel caso dei Pentatonix).

Continua a leggere Versione dei Pentatonix di Bohemian Rapsody

Vorrei avere il becco

Come cantava Povia partecipando e vincendo il Festival di Sanremo 2006 avere il becco, cioè essere un piccione, avrebbe degli indubbi vantaggi. Come dice il testo della canzone, i piccioni possono mangiare briciole grazie al becco, avere la testa fra le nuvole grazie alle ali e amoreggiare come piccion-cini.

Continua a leggere Vorrei avere il becco