Le mete sono soggettive

 

Le mete sono tante quanto le persone
La meta è di qua…non la mia

Pensando alle mete che ognuno di noi può raggiungere, sono tecnicamente infinite o, come dice la frase che fa da corollario alla vignetta pubblicata dalla pagina Facebook  Le matite spezzate colorano ancora

Le mete sono soggettive

Leggi tutto “Le mete sono soggettive”

Perché sei seduto così?

Animale aiuta suo simile seduto male
– Perché sei seduto così? –
– Sento il mio cuore pesante oggi!

Se qualcuno vedesse una persona seduta in modo scomposto, dovrebbe fare la stessa domanda che pone il serpente alla volpe nella vignetta condivisa dalla pagina Facebook Le matite spezzate colorano ancora

Perché sei seduto così?

Leggi tutto “Perché sei seduto così?”

Pronto, parlo con il 2023?

Cosa chiedo al 2023
Pronto, parlo con il 2023? Senti, se hai le stesse intenzioni di fare come il 2020, 2021 e 2022 non venire

Mi sento molto rappresentato dall’immagine  pubblicata dalla pagina Facebook Morti dalle risate della  scimmia che chiede al telefono

Pronto, parlo con il 2023? Senti, se hai le stesse intenzioni di fare come il 2020, 2021 e 2022 non venire

Leggi tutto “Pronto, parlo con il 2023?”

Capaci di non dimenticare

 

Anniversario della strage di Capaci
Capaci di non dimenticare

Le singole parole sono capaci di esprimere più significati a seconda del contesto in cui vengono inserite.

Questo fa nascere tanti giochi, fra cui la frase che circola su internet in queste ore

Capaci di non dimenticare

in cui il tutto – soprattutto grazie all’immagine – può assumere una lettura sotto più sfaccettature. Anche i più giovani possono contestualizzare il tutto grazie all’aiuto di chi trent’anni fa era in grado di comprendere cosa stesse succedendo.

Credo comunque che tutte le persone capaci di intendere e di volere dovrebbero – magari in occasione della ricorrenza – andare a rileggere gli articoli scritti in quel periodo, sia per quanto riguarda la strage, sia per quanto riguarda altri fatti storici.

Giusto non dimenticare qualcosa che ha sconvolto la vita di un paese ma, per mettere in atto questo principio, occorre fare qualcosa di pratico.

Per quanto ben ricostruiti dai libri di storia, i fatti che sono accaduti tempo fa rischiano di diventare incompleti, per dovere di brevità nelle spiegazioni.

Ritagliare articoli di giornale o altri reperti per conservarli in un raccoglitore può essere un buon esercizio. Sebbene su internet si trovi di tutto, può essere difficile risalire a quell’immagine o quel servizio televisivo che ci aveva colpito nel momento in cui li avevamo visti per la prima volta.

Questo vale sia per tutti gli eventi, a prescindere dal sentimento che ci hanno trasmesso.

Non sempre è piacevole ricordare degli eventi, ma è necessario farlo. Il rischio che tutto si possa ridurre- fra qualche anno – a poche righe sulle pagine di un libro di storia del liceo, facendolo diventare l’ennesima cosa  noiosa da studiare per fare una buona interrogazione, è concreto.

Finché i superstiti ed i testimoni saranno in vita, faranno tutto il possibile per non far dimenticare questa strage e dobbiamo aiutarli.

L’uomo che tentò di salvare Alfredino

Angelo e Alfredino abbracciati
Se n’è andato Angelo Licheri, l’uomo che tentò di salvare Alfredino Rampi

Chi ha poco più di quarant’anni ricorderà la vicenda di Alfredino Rampi, nota come l’incidente di VermicinoIeri Angelo Licheri,  l’uomo che tentò di salvare il bambino, ci ha lasciato.

Leggi tutto “L’uomo che tentò di salvare Alfredino”

Perdere la testa è bellissimo, ma…

La differenza fra perdere ed usare la testa
Perdere la testa è bellissimo. Ma anche usarla, dà le sue soddisfazioni

Come dice Snoopy nella frase condivisa oggi sulla pagina Facebook della Libreria Fogola Pisa

Perdere la testa è bellissimo. Ma anche usarla, dà le sue soddisfazioni

Leggi tutto “Perdere la testa è bellissimo, ma…”

Bufale naturalistiche – se i debunker potessero parlare

Su internet siamo circondati da bufale
Bufale naturalistiche – se i debunker potessero parlare

Non voglio riportare tutto il testo della vignetta condivisa sulla pagina Facebook BUTAC – bufale un tanto al chilo perché troppo lungo. Riassumendo, la protagonista infila una serie di bufale e la sua spalla cerca di correggerla.

Leggi tutto “Bufale naturalistiche – se i debunker potessero parlare”

Maledette sedie a rotelle che…

Siano maledette le sedie a rotelle?
Maledette sedie a rotelle che fanno venire il mal di schiena

Si fa un gran parlare delle cosiddette sedie a rotelle, che persino la pagina Facebook Kotiomkin ne ha proposto una vignetta con la frase

Maledette sedie a rotelle che fanno venire il mal di schiena

Leggi tutto “Maledette sedie a rotelle che…”

Troppo sensibile? Cerca di essere meno fragile

Essere sensibile non vuol dire essere fragile
Cerca di essere meno fragile

In questa vignetta di Coma empirico un uomo fa una considerazione alla luna

Vorrei essere meno sensibile

La luna consiglia all’uomo

Cerca di essere meno fragile

Leggi tutto “Troppo sensibile? Cerca di essere meno fragile”

Mi sto organizzando secondo le regioni

In qu

 

Babbo Natale si sta organizzando secondo le regioni
Mi sto organizzando secondo le regioni

In questi giorni anche Babbo Natale si starà organizzando per la notte fra il 24 ed il 25 dicembre. Quest’anno è un po’ più difficile perché, come afferma nella vignetta condivisa su Facebook

Mi sto organizzando secondo le regioni

Leggi tutto “Mi sto organizzando secondo le regioni”

Resize text-+=